Archive Page 2

Scopetta cerca casa!

Ebbene sì.
Tedio anche voi. Voi lettori del mio blog, voi semplici navigatori della rete che vi imbattete in questo blog un po’ dimenticato da me per vari motivi.Scopetta è una micina di circa 5 mesi. Bellissima -ma quale micio non è bellissimo, diciamolo. Dolcissima ma con carattere. Insomma un personaggio, lei.
Tigrata ma con spruzzi di arancione qui e là che ne fanno una meraviglia.
Con qualche lieve connotato di tartaruga che fanno di lei uno splendore di micina.
Diventerà grande, Scopetta. Ha una coda lunghissima e ciuffi meravigliosi sopra le orecchie. Come una lince.

L’ho trovata a metà luglio in una strada a grande scorrimento. Stava ad una fermata d’autobus, Scopetta. Abbandonata di sicuro a poco meno di 3 mesi. Un attimo prima circondata da persone e poi, improvvisamente, da sola.
Io stavo sull’ultimo autobus, quello che l’ha lasciata da sola. E lei da sola aveva uno sguardo di puro terrore. Non era una micia di strada, Scopetta. Abbandonata per la strada sì, ma non di strada.
Arrivata a casa ha bevuto e mangiato come se non vedesse cibo e acqua da giorni.
Ma quello che più mi ha colpito è stata la sua fiducia totale nelle persone. Abituata alle carezze e ad essere presa in braccio, ha da sempre risposto con fusa che sembrano provenire da un trattorino.

E’ finito il periodo delle vacanze. Siete tutti tornati dalle vostre ferie. E ora per Scopetta è arrivato il momento di trovare chi la ami. Perchè non riempirvi la vita con una meraviglia così?

Ecco qualche fotina di Scopetta…

E altre le potete trovare qui

 
 

 

 

 

http://www.flickr.com/photos/9481047@N05/2696736166/in/photostream/

Scopetta sta a Roma, ma le distanze non spaventano nè me nè lei.

Mi aiutate anche solo spargendo la voce a vostri contatti?

Grazie. Anche da lei!

Annunci

50

Hai festeggiato i tuoi primi 50 anni giusto qualche giorno fa.
Alla fine di questo agosto caldo ma non troppo, umido ma non soffocante.
Un traguardo importante i primi 50 anni. Una mèta, un punto di arrivo. O, forse, un inizio.
Avrai fatto un bilancio personale? Avrai visto passare questi anni intensi davanti ai tuoi occhi?
Io ti ho pensato sai. Da ragazzina mi ero ripromessa che avrei fatto di tutto per passare con te almeno uno dei tuoi compleanni. E nella mia mente ci credevo che un giorno potesse capitare davvero.
Ora anche per me è arrivata l’età della consapevolezza e mi rendo conto che non potremo mai incontrarci. E non sai quanto mi dispiaccio di questa cosa.
Avrei tante cose da dirti, tante cose per cui ringraziarti.
Perchè se sono quella che sono ora è, in parte, anche grazie a te.

Ti vivevo come meglio potevo. Con la distanza che era pesante come macigni.
Ma che permetteva di illudermi che tu c’eri e mi guidavi nelle scelte e nelle direzioni della mia vita.
Le tue parole erano bibbia per me. Erano sempre e comunque Verità.

La passione degli animali la devo a te, principalmente. A te e a nessun altro, sai…

Non so dove tu sia ora.
Non ho avuto buone notizie di te ultimamente.
Non so se sei tornato a casa tua o se sei ancora in giro per il mondo.

Non saprai mai di me. E me ne dispiace.

E non saprai mai che il giorno del tuo compleanno una donna lontana da te ti ha pensato e ti ha augurato il meglio.

Happy Birthday, Michael…
Thanks for being there.

Forza e coraggio

Una spinta verso l’alto.
Riprendere a respirare dopo tante settimane in apnea.
Dopo aver trattenuto il fiato e i pensieri. Quasi a non volerli far scappare via.
A volerli trattenere contro la loro volontà.

E poi… finalmente… Aprire gli occhi ad una luce nuova. Cruda ma vera. Sincera anche se ingombrante.

E ripartire… Da qui.

Forza e coraggio…

Questa è per te, bastardo!

 

Il vero bastardo sei tu!

 

 

swich off

Per qualche giorno ho bisogno di spegnere tutto.
Spegnere per non pensare, per non ricordare, per cancellare.
E per dimenticare.
E per affrontare la realtà, che quando arriverà mi esploderà dentro come un’atomica.
Lasciandomi devastata e vuota e con un senso di inutilità.

Ma ora è tempo di pensare in allegria.

Venerdì è dietro l’angolo. E ora come ora il suo abbraccio amico, il suo sguardo amico, i suoi occhi amici e le sue parole e le sue risate sono tutto ciò di cui ho bisogno adesso.

Con caffé corretto e quartiere Coccode’.

Solo per noi…

Ricerca nella memoria

Il tempo si è come fermato, quasi a volermi concedere di ascoltarlo e osservarlo meglio.

Ora i ricordi sono lì, sparsi come fogli in una scrivania vissuta. Tocca a me prenderli uno per uno e imprimerli bene nella memoria.
Per ricordare sempre le tue parole, e le mie. Per provare a dare un senso a tutto questo che mi circonda e mi inebria. Per fare in modo di non credere ai silenzi che inevitabili esplodono. Silenzi che mi fanno male.Devo finire il puzzle di noi. Ho iniziato dalla cornice, cercandone i pezzi in mezzo agli altri, e ora sto entrando nel profondo. Sempre di più. Nei piccoli spazi interni di noi…
Devo avere tempo, però… E sto cercando di trovare il modo di rallentare una macchina impazzita a cui non funzionano i freni.

Rallentare per capire e capire per rallentare.

E ancora occhi negli occhi. Un’altra volta. Ancora.
 

 

 

 

 

Ritorno

Un ritorno che fa male.
Che lascia l’amaro in bocca e il freddo nel cuore.
Che non risponde alle domande.
Che non chiarisce un punto oscuro.Un ritorno che non porta da nessuna parte anche se vorrei essere lontana adesso.
Lontana per stare ancora con te. Per capire. Definire. Mettere a posto questi pensieri che mi danno tormento continuo. Con cui non riesco a fare i conti perchè impetuosi e improvvisi. E imprevisti. E inaspettati. E…

La partenza non è servita. Pensavo di sì. Pensavo di avere tutto chiaro.

 

Sbagliavo. Sbagliavo tutto. E ora non mi resta niente. Se non i pensieri che volano a te. Se non i dubbi che ho nel cuore e nell’anima.Avrei dovuto capirlo. Avrei dovuto fidarmi di te. O forse no… Forse sto sbagliando tutto. O forse no…

 

 

 


ottobre: 2018
L M M G V S D
« Apr    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Annunci